top of page
header_uiscaffe.jpeg

UIS CAFFE' - Incontro n. 11

Racconti sul dramma della schiavitù

Data e ora

27/03/2024, ore 18:00

Luogo

Museo Virtuale, Scuola Medica Salernitana - Salerno

UIS.png
con il patrocinio di
terracilento.jpeg
adorea.jpg
logo-festival.png
voloalto.png
societa dante.png
mondisostenibili.png
soroptimist.png
patrocinio richiesto
logo_salerno.png
S_Salerno.jpg

Cos'è l'UIS CAFFE'

UIS CAFFÈ è un ambiente accogliente dove si combinano cultura e divertimento. Nonostante sia rivolto principalmente ai giovani, seguendo la filosofia di tutte le attività dell'UIS, è aperto gratuitamente a chiunque voglia immergersi in discussioni leggere e coinvolgenti su una vasta gamma di argomenti, che spaziano dalla cultura umanistica a quella scientifica. Durante gli incontri, ospiti di rilievo arricchiscono le conversazioni, mentre momenti di distrazione, sia teatrali che musicali, offrono un'opportunità per rilassarsi e divertirsi insieme. Questo spazio accoglie sia appassionati che curiosi, creando un ambiente inclusivo e dinamico per tutti coloro che vi partecipano.

UIS CAFFE' incontro n. 11

Racconti sul dramma della schiavitù

uis caffe testata.PNG
stemma_provinciasa.jpg
logo_salerno.png
uncem.jpg

IL TEMA 

E' davvero finita la schiavitù? Partiamo dal passato per ripercorrere il tema fino ai giorni nostri, raccontando con tratto fruibile la storia, i segni trancianti che l'hanno caratterizzata, e, forse, sfatiamo qualche mito.

IL PROGRAMMA

A complemento di quanto sopra, l'evento prevede il seguente programma:

ore 18:00 saluti:

- Enrico Indelli, Presidente Fond.ne Scuola Medica Salernitana

- Gaetana Falcone, Assessore alla P.I., Comune di Salerno

- Gennaro Cuccurullo, Presidente UNI IN STRADA APS, Docente di Fisica Tecnica, DIIN, UNISA

 

a seguire:

- L'isola degli schiavi, rotte oceaniche e navi negriere, G. Lauriello, Storico medico, Presidente Adorea

La schiavitù al tempo di Augusto, Salvatore C. Nappo, Archeologo

Accompagnamento musicale a cura di 

Presenta Elisa De Chiara,  UNI IN STRADA

ABSTRACT

L'isola degli schiavi, rotte oceaniche e navi negriere

Dopo un breve cenno alla schiavitù presso i Romani, l’incontro descrive l'orrenda tratta degli schiavi dall' Africa in America tra i secoli XVI e XIX per motivi commerciali, soprattutto per lo sfruttamento agricolo gratuito nelle colonie europee del Nuovo Mondo. Si ci sofferma sull' indegno trattamento di questi sventurati e, tra l' altro, si racconta della famigerata isola di Gorèe, nel Senegal, dove gli schiavi venivano radunati per essere imbarcati e deportati oltreoceano su raggelanti navi negriere. La riflessione finale ci porta ai nostri giorni riferendo che la presenza della schiavitù è ancora presente in molti Paesi del mondo.
 

La schiavitù al tempo di Augusto

Il mondo servile era una componente importante della società e dell’economia nel mondo antico, specialmente in età romana. Grazie alle tante fonti scritte e alle testimonianze dell’archeologia, conosciamo abbastanza bene nei modi e nelle forme la realtà degli schiavi soprattutto nella tarda repubblica e nel I sec. d.C., realtà molto lontane da quanto l’immaginario collettivo ha mutuato in maniera fuorviante da una letteratura, anche cinematografica, dell’ultimo secolo.

ACCESSO​ E FRUIZIONE

L'evento è gratuito, tuttavia, chi lo desidera può donare a UNI IN STRADA un contributo libero da 0 a 9€, versabile online o all'atto dell'accesso nella struttura ospitante. Questo contributo, a cui fa riscontro il rilascio di regolare ricevuta, permetterà di realizzare nuove entusiasmanti iniziative. 

Poiché i posti sono limitati, UNI IN STRADA chiede, a chi prenota il biglietto di ingresso, che, qualora si sia successivamente impossibilitati a partecipare, ne dia comunicazione inviando una email a segreteria@uniinstrada.com. Si confida nella comprensione dei gentili partecipanti.

 

UNI IN STRADA si augura di trascorre in vostra compagnia una serata semplice e gradevole che, come di prassi, coniughi svago e cultura, in maniera leggera e fruibile.

bottom of page