top of page

Candidatura: che cos’è e come candidarsi?





Negli articoli precedenti si è parlato di lettera di presentazione, curriculum vitae, e/o video curriculum.

Tutti elementi indispensabili per candidarsi, al fine di ottenere un colloquio.


Ma, ti sei mai chiesto cos’è una candidatura e come puoi candidarti?


Il termine deriva dal latino candidatus, vale a dire "colui che indossa una toga candida": ai tempi della Roma antica, infatti, coloro i quali si presentavano alle elezioni dovevano indossare una toga bianca per distinguersi.


Oggi, per candidato si intende chi aspira a una carica presentandosi ad una competizione elettorale, oppure ad un concorso o ad un esame o a un colloquio per un lavoro.


Tornando al fil rouge della rubrica, il lavoro, ho pensato che una buona idea fosse quella di darti dei consigli per tre tipologie di candidatura.


Candidatura per posizione aperta


Hai individuato l’azienda dei tuoi sogni ma, ahimè, non ha posizioni libere?


La soluzione c’è sempre: la candidatura spontanea, chiamata anche autocandidatura!


E come si compila?

Se l’azienda mette a disposizione un form di autocandidatura, compilalo! Altrimenti invia una tua email al reparto risorse umane.


Ma cosa scrivere nella mail, per far in modo che la tua candidatura venga considerata?


Ti lascio delle indicazioni:

  • Scrivi le ragioni della tua autocandidatura, come ad esempio i valori condivisi con l’azienda;

  • Dici in che modo la tua presenza sarebbe un plus per l’azienda, quali valori porteresti all’azienda. È fondamentale mostrare un sincero interesse verso l’azienda, evitando formule generiche o semplici copia e incolla da altre lettere di presentazione;

  • Molta importanza ha il testo dell’oggetto della mail, deve interessare per evitare che la mail venga cestinata: ad esempio “Autocandidatura Area Produzione” e non “Invio cv”.


Candidatura per tirocinio


Hai appena finito gli studi e ti sei messo alla ricerca della tua occupazione ideale. Ovviamente, bisogna cominciare dalle basi!


Leggendo le varie offerte di lavoro, scorgi quella per un tirocinio/stage che reputi proprio adatto a te.


Su che elementi devi puntare?


A mio avviso bisogna sottolineare questi aspetti:

  • Questo tirocinio è su aspetti che sono il naturale prosieguo dei tuoi studi;

  • L’interesse, avvalorato da studi ed hobby, per gli aspetti del tirocinio, la volontà di voler proseguire in quell’area di lavoro;

  • L’azienda è considerata come una concreta possibilità di fare carriera.


Candidatura per lavoro


Quella posizione, perfetta per te, finalmente si è aperta!

Ma, ora devi convincere l’azienda che dovrebbe convocare, proprio te, per un colloquio.


Per rispondere in maniera efficace, ti darò delle dritte:

  • Ricordati che innanzitutto ti stai candidando in una determinata azienda, quindi è bene mostrare sempre condivisione di valori, ideologie.

  • Ti stai candidando per una posizione specifica: descrivi tutte le tue competenze, esperienze professionali attinenti alla posizione richiesta.

  • Anche il curriculum deve essere adeguato alla posizione per cui ci si candida: enfatizza tutto ciò che ritieni essere più interessante per la posizione richiesta, il resto minimizzalo.


In conclusione, posso affermare che degli elementi devono essere sempre presenti: il linguaggio deve essere conciso, chiaro, originale ma estremamente corretto; dopo la firma, occorrono i dati personali e i riferimenti necessari per essere contattato. Infine, in allegato ci vuole il CV, nominato in modo chiaro e univoco (ad es. CVNomeCognome.pdf).


Spero di esservi stata d'aiuto.

Dimenticavo: IN BOCCA AL LUPO!


Cecilia

Staff UIS

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page