Foto_Grotte_di_Pertosa_Auletta_Ippoli

VISITA GUIDATA GRATUITA

Complesso museale speleo-archeologico delle "grotte di Pertosa-Auletta"

19 Giugno 2021 ore 11:15

Visita al complesso museale Speleo-archeologico delle "grotte di Pertosa-Auletta"

Nel quadro dei rapporti intercorrenti tra UIS e la Fondazione MIdA, in occasione della presentazione della pubblicazione “Le pergamene greche di Santa Maria di Pertosa e i notari di Auletta dall’archivio della Santissima Trinità di Cava”, i partecipanti sono invitati, in qualità di ospiti della Fondazione, a una visita guidata presso il complesso museale speleo-archeologico delle grotte di "Pertosa-Auletta".

 

Durante la giornata sarà possibile visitare le "grotte di Pertosa-Auletta", uno dei geositi focali del Geoparco "Cilento",  il Museo del Suolo e la mostra "Terre dei principi", curata dalla professoressa Rosanna Alaggio e allestita nella sala espositiva al primo piano del Museo Speleo Archeologico. 

Programma della Giornata

Ore 11,15 - Attesa dei partecipanti a Pertosa, Piazza De Marco.

Ore 11,30 - Presentazione della pubblicazione “Le pergamene greche di Santa Maria di Pertosa e i notari di Auletta dall'Archivio della Santissima Trinità di Cava". (1h)

                       

Ore 13,00 - Pranzo a sacco in area pic-nic o pranzo in ristorante, a scelta del partecipante

Ore 14,30 - Visita guidata alle grotte dell'Angelo (1h)

Ore 16,30 - Visita guidata mostra "Terre dei principi" Museo archeologico

A seguire - Conclusione della Visita guidata

Come Arrivare al luogo di incontro ?


Il luogo di incontro è raggiungibile in Auto:

  • ​dall’Autostrada del Mediterraneo A2 uscita Polla (sia per chi giunge da Sud che per chi giunge da Nord), immettersi sulla S.S. 19 seguendo le indicazioni per “Grotte di Pertosa-Auletta” USCITA PETINA CHIUSA;

  • ​dalla “Basentana” Sicignano – Potenza: uscita Buccino, immettersi sulla S.S. 19 Ter in direzione Auletta – Polla e seguire poi le indicazioni per “Grotte di Pertosa-Auletta”.




Che cos'è la fondazione MIdA?


La Fondazione MIdA – Musei Integrati dell’Ambiente è costituita dalla Regione Campania, dalla Provincia di Salerno e dai comuni di Auletta e Pertosa. Nasce nel 2004 e si adopera per la valorizzazione di un territorio unico nel suo genere, inserito nelle rete mondiale UNESCO dei Geoparchi, dando vita ad iniziative mirate a promuoverne le risorse ambientali e culturali.


Al centro di queste iniziative ci sono i comuni di Auletta e Pertosa con le loro formidabili Grotte, che rappresentano uno dei siti ambientali più affascinanti del nostro Paese. Accanto alle Grotte, la Fondazione ha creato un sistema museale con sezioni geo-speleologica e botanico-paesaggistica, oltre a spazi espositivi per mostre e convegni, al fine di implementare l’offerta turistica. A queste attività di promozione del territorio, la Fondazione affianca un lavoro di ricerca in agricoltura e nei sistemi ambientali in maniera partecipata con gli attori locali. Il suo modello di gestione e sviluppo, fondato sulla cultura e la valorizzazione di patrimoni ambientali, è stato riconosciuto come modello di eccellenza a livello nazionale, trovando ampio riscontro nei libri di famosi giornalisti: Pino Aprile (Mai più terroni) e Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo (Se muore il sud).

Visita il sito della Fondazione




Quanto costa la Visita?


Per partecipare all'evento occorre richiedere un ticket poiché i posti sono limitati. Il ticket permette l'accesso gratuito a tutte le aree riportate all'interno del programma dettagliato della giornata.

L'eventuale pranzo in ristorante, se opzionato durante la richesta del ticket, è a carico del partecipante.




Informazioni sulla Visita in Grotta


La visita guidata, adatta a persone di ogni età, permette di visitare tutta la grotta turistica.Il viaggio nelle profondità delle Grotte inizia con l’ingresso nella Sala delle Meraviglie . Si prosegue in barca per arrivare al grande Ingresso e a piedi verso la Sala del Trono e la maestosa Grande Sala (alta ben 24 metri). La temperatura all’interno delle grotte è costante tutto l’anno ed è di circa 16° con un tasso di umidità elevato, pertanto è consigliabile anche nei periodi più caldi portare scarpe chiuse e una giacca.
La barca utilizzata per il tragitto sul fiume Negro è a fondo piatto ed è tirata lentamente a mano dalle guide attraverso un sistema aereo di funi, l’acqua quindi risulta quasi ferma.
Maggiori informazioni sono riportati sul sito della Fondazione MIdA, che invitiamo a visitare.